Google ha annunciato due nuove funzionalità al suo motore di ricerca di voli

Google ha aggiunto due nuove funzionalità al suo popolare motore di ricerca dei voli.
La prima, a nostro avviso molto importante, riguarda l’aggiunta di una lista di caratteristiche del sedile sul volo da prenotare, quindi di ciò che è o non è incluso nel volo.
La seconda riguarda la previsione di possibili ritardi dei voli sulla base dei dati passati.

Partiamo dalla prima caratteristica.
Cercando un volo da Melbourne a Auckland abbiamo trovato diverse possibilità. Selezionando la prima opzione vediamo che il volo è operato da Virgin Australia ma che lo stesso biglietto è in vendita da Air New Zealand. Oltre alle normali informazioni sulla la durata del volo e gli aeroporti, vediamo per esempio l’informazione sullo spazio del sedile (79 cm) e che è possibile avere lo streaming di contenuti sul nostro dispositivo.

Allo stesso modo, per il volo di ritorno, vediamo che è sempre operato da Virgin Australia, stesso tipo di aereo e stessi servizi base.

Questa caratteristica è – a nostro giudizio – davvero molto utile per confrontare diversi voli, non soltanto sulla base del prezzo, ma anche confrontando le ulteriori informazioni sui servizi inclusi o meno nel prezzo base.

La seconda caratteristica inclusa da Google nel nuovo Google Flights riguarda la previsione dei possibili ritardi del volo che stiamo prenotando in base a un algoritmo che tiene conto della storia passata di questo tipo di volo in circostanze simili.

A ben vedere, questa caratteristica non è da usare per programmare il proprio viaggio, poiché è basata puramente su una previsione statistica. D’altronde però, sapere che il volo che stiamo prenotando è stato spesso soggetto a ritardi (perché, per esempio, vola su una tratta molto trafficata) può essere utile per bilanciare le nostre aspettative, evitando magari delusioni o seccature laddove il ritardo potrebbe effettivamente verificarsi.

Ecco come viene visualizzata la schermata su dispositivo mobile: la notifica di Google è formulata in modo ipotetico:

Spesso in ritardo di 30 minuti o più